Sei in: Home > Studenti > Cordera Laura

Laura Cordera

  • Dottorato: 23° ciclo
  • Matricola: 336817

Contatti

Tutore

Prof. Roberta Ricciardi Venco

Curriculum vitae

Curriculum Vitae

Tesi di dottorato

La ceramica di Veh-Ardashir. Continuità e trasformazione nella produzione di periodo sasanide in Mesopotamia.

Il progetto prevede lo studio complessivo della ceramica proveniente dal sito di Veh-Ardashir, Mesopotamia centrale, che costituisce il più ampio repertorio ceramico di periodo sasanide ad oggi noto. Il sito fu oggetto di scavi sistematici condotti dal Centro Scavi di Torino tra il 1964 e 1970 e nel 1974 - 1975 seguiti da missioni di studio negli anni 1984 - 1985 e 2002. Gli scavi interessarono solo una minima parte della città, in particolare la missione italiana concentrò i suoi sforzi a occidente del fiume Tigri, in un’area piuttosto eccentrica, indagando un quartiere abitativo nella zona sud-ovest della città, a ridosso del circuito murario ed effettuò alcuni sondaggi a Tell Baruda situato nel centro del sito. Nonostante la limitata estensione degli scavi, sono stati portati alla luce una notevole quantità e varietà di materiali eccezionalmente ben datati grazie al ritrovamento in contesto affidabile di numerose monete.

Tra gli obiettivi principali della ricerca si annoverano la ripresa e lo studio sistematico dei materiali ceramici rinvenuti durante le campagne di scavo italiane così da offrire un quadro generale il più possibile organico sul repertorio ceramico e la sua evoluzione nonché una completa riconsiderazione delle conoscenze finora acquisite al fine di meglio comprendere la storia e la cultura materiale della Mesopotamia durante il periodo sasanide.

Lo studio di parte del corpus ceramico, svolto nell’ambito delle tesi di laurea e di specializzazione della scrivente, ha infatti fornito nuovi spunti per una riflessione che invita a un ulteriore approfondimento della ricerca attraverso l’analisi complessiva dei reperti compresi gli oggetti provenienti da zone quali le mura, le fornaci, Tell Baruda nonché i restanti oggetti rinvenuti nel quartiere artigiano che permetteranno di chiarire le problematiche individuate e serviranno a completare e supportare i dati provenienti dalla analisi stratigrafica dello scavo attualmente in fase di revisione. I manufatti associati alla stratigrafia rivestono un’importanza particolare poiché si pongono come fondamentale catalogo di confronto per la conoscenza e per la cronologia della cultura materiale sasanide. Attraverso lo studio dei caratteri dello stanziamento e dei suoi materiali, sarà possibile non solo una attribuzione culturale e funzionale dell’insediamento, ma una comprensione dell’evoluzione del quadro economico e sociale della regione.



 

 

Ultimo aggiornamento: 19/10/2012 11:08
Campusnet Unito
Non cliccare qui!